Download Tessuto Adiposo PDF

TitleTessuto Adiposo
TagsLeptin Adipocyte Earth & Life Sciences Biology
File Size1.1 MB
Total Pages15
Document Text Contents
Page 15

bioattivi, i quali influenzano numerose vie metaboliche, molte delle quali, come già
visto, regolate dall’insulina.
Ogni adipocita secerne piccolissime quantità di citochine nell’ambiente circostante ma,
essenso il tessuto adiposo l’organo presente in grande quantità nel corpo umano, e
peraltro ben irrorato, le quantità totali di adipocitochine nel torrente sanguigno
raggiungono livelli significativi ed, interagendo anche con altri tessuti e organi,
influenzano una varietà di funzioni che includono l’omeostasi del glucosio, il bilancio
energetico, il metabolismo lipidico, il sistema fibrinolitico, l’omeostasi vascolare e
infiammazioni: gli adipociti sono in grado di secernere citochine.
Tuttavia, studi condotti per identificare le maggiori sorgenti di citochine nel tessuto
adiposo hanno dimostrato che i macrofagi, e non gli adipociti, sono le cellule più
coinvolte. Un sovraccarico di lipidi negli adipociti può iniziare uno stato di stress
cellulare e un’attivazione delle vie di segnale dell’infiammazione, la quale porta a
un’aumentata produzione di citochine proinfiammatorie adipocitarie, incluso il fattore
di necrosi tumorale α (TNF-α), l’interleuchina 6 e molecole chemioattrattive, come la
proteina chemoattrattiva monocitaria di tipo 1 (monocyte chemoattractant protein-1,
MCP-1) e il fattore inibitorio della migrazione macrofagica. Queste reclutano i monociti
nel tessuto adiposo, tramite il supporto delle cellule endoteliali e attraverso l’interazione
delle molecole di adesione con le integrine e i recettori delle chemochine espressi sulla
superficie dei monociti, che differenziano in macrofagi.
Un altro possibile meccanismo è che i macrofagi siano reclutati nel tessuto adiposo per
spazzare via i detriti adipocitari, in particolare i residui lipidici che conseguono alla
morte della cellula adiposa.
La necrosi degli adipociti è approssimativamente tre volte maggiore nei soggetti obesi
rispetto ai normopeso ed è anche aumentata nell’ipertrofia adipocitaria.

REGOLAZIONE DEL PESO CORPOREO

matricola: 571/001613 - ANNA DE SIMONE

Similer Documents